ITA  |  ENG
design[in]video racconta le persone e i progetti del design italiano

Nel settembre del 1985 a Milano allo Spazio Alchimia, Andrea Branzi presenta gli Animali Domestici una collezione di arredi con abiti disegnati da Nicoletta Branzi. Pochi mesi prima un numero della rivista Modo era stato dedicato al neoprimitivismo con scritti di Branzi, Pierre Restany, Franco Bolelli, Claudia Dona', Ezio Manzini, Francesco Morace. La mostra Animali domestici e la teorizzazione della condizione neoprimitiva apparivano in un momento dominato da pensieri e visioni postmoderne portando nuovi temi alla cultura del progetto e offrendo un diverso modo di interpretare la modernita'. Gli arredi di Branzi che univano materiali e tecniche moderne di produzione industriale a tronchi e rami di nocciolo e betulla, sono rimasti a lungo nella memoria e sono ancora un punto di riferimento.


Laura Agnoletto e Marzio Rusconi Clerici

Alessandro Guerriero. Le parole e l'Alchimia

Paolo Pallucco racconta Pallucco

Nathalie Jean. To Be A Control Freak

La bellezza quotidiana

Archizoom Associati, la Superonda

Anna Gili. Ritratti di animali e altre persone

Paolo Deganello, dal radical all'autoproduzione

Tarshito. Devozione e progetto

Francesco Binfare'. Disegno, progetto, prodotto

Franca Helg design per Vittorio Bonacina

Ugo La Pietra. Neoeclettismo e autoproduzione

Denise Bonapace. Dorata Condivisione

Paolo Levaggi. La sedia di Chiavari

Alessandro Ciffo. Iperbolica

Alessandro Ciffo. Le Iperboliche

Flap Dance

Flap

Bruno Munari, l'infanzia a Badia

grazie Massimo

Five Beds

Tatlin

Vermelha

Historia Naturalis

Corallo

Baghdad

Andrea Salvetti. Sculture da fuoco

Life Tube

Tavoli da cucina

Pork Design


Archivio

Dorata Condivisione è il tavolo progettato da Denise Bonapace e realizzato nell'Atelier di Falegnameria della Fondazione Sacra Famiglia Onlus per il progetto TamTam Normali Meraviglie curato da Alessandra Zucchi e Alessandro Guerriero.
La sedia di Chiavari. Paolo Levaggi racconta la produzione artigianale delle chiavarine nell'azienda di famiglia.
Franca Helg design per Vittorio Bonacina. I progetti di Franca Helg per la storica azienda di complementi d'arredo in giunco e midollino.
Nathalie Jean, di origini canadesi, architetto di formazione, vive a Milano da trentanni. Dopo una lunga esperienza di lavoro con Ettore Sottsass ora disegna e produce proprie collezioni di gioielli.
Bruno da Badia. Bruno Munari ha vissuto dall'età di 5 anni ai 18 a Badia Polesine, in questi anni di infanzia e adolescenza ha formato la sua speciale attitudine all'arte e al progetto. Abbiamo ripercorso le strade di Badia, l'albergo gestito dai genitori, le rive dell'Adige, i giochi, le piccole invenzioni che hanno formato la sua creatività.
Paolo Pallucco nel 1980 da vita all'omonima azienda che si colloca nel settore dei complementi d'arredo con prodotti che esprimono un rinnovamento di concetti e disegno. Un percorso in cui la ricerca della funzionalità, l'innovazione tecnica e lo studio della forma sono state con coerenza in costante evoluzione. L'approccio anticonformista al design e i memorabili allestimenti negli spazi abbandonati dell'ex Mattatoio di Milano in occasione del Salone del Mobile degli anni 1988-1989, hanno lasciato una traccia profonda sia per la qualità dei prodotti che per la loro messa in scena.
Francesco Binfaré. Arte, filosofia e sogno ispirano il progetto dei divani Sfatto e Flap.
La poetica di Anna Gili, dall'Abito Sonoro alla performance Persone Dipinte con Alchimia nel 1986, dalla M.U.C.H. ad Animal Love.
Devozione e progetto. I progetti di Tarshito comprendono i due mondi spesso separati del materiale e dello spirituale: la materialità dell'arte illuminata dalle pratiche meditative comuni a tutta l'umanità in tutti i tempi.
Fisarmoniche di Stradella. Negli anni cinquanta a Stradella erano attive più di venti aziende che davano lavoro a oltre mille persone. Un'industria della fisarmonica che si è sviluppata dalla prima fabbrica fondata nel 1895 da Mariano Dallapè, una produzione che continua oggi in diverse imprese artigiane. Franco Guglielmetti suonatore protagonista delle feste e dei balli delle valli piacentine racconta e suona le sue fisarmoniche, strumenti speciali di diversi fabbricanti stradellini.
Neoeclettismo, artigianato, autoproduzione. Alla fine degli anni Settanta in Italia si è sviluppato un vivace movimento nel mondo del design con i gruppi di tendenza Memphis e Alchimia. Contemporaneamente Ugo La Pietra ha teorizzato il "neoclettismo".
Baghdad. Il piano del tavolo Baghdad progettato da Ezri Tarazi riproduce la pianta della capitale irachena, realizzato con 700 profili industriali di alluminio saldati tra loro manualmente.
Mozart un tavolo di Francesco Binfaré.
Five Beds. Cabana, Cipria, Corallo, Favela, Grinza. Cinque letti progettati da Fernando e Humberto Campana.
Tavoli da cucina. La performance di cibo e scultura di Andrea Salvetti alla tenuta di Valgiano.
Gina la nuova sedia di Jacopo Foggini per Edra, un ricamo di policarbonato da corpo a seduta e schienale.
Andrea Salvetti. Life Tube. I sapori di una vita in sequenza come in un pranzo dall'antipasto al dolce. Una salciccia riempita di un'impasto che sfuma da un sapore all'altro, come un percorso di vita con sorprese che descrivono un cammino dove si può scegliere tanto ma non tutto e si finisce digerendo anche gli imprevisti.
Pork Design. Una madia/cucina per cuocere un maiale riassemblato e ricucito, la performance di Andrea Salvetti per Wallpaper alla design week milanese.
Massimo Morozzi ci ha lasciato il 10 aprile 2014, abbiamo lavorato con lui per molti anni e ora mi manca la sua creatività, la sua generosità, le sue visioni... grazie Massimo.
Vermelha.La poltrona progettata da Fernando e Humberto Campana è realizzata manualmente intrecciando su una struttura di alluminio oltre 500 metri di una speciale corda.
Historia Naturalis l'animalesca collezione disegnata da Fernando e Humberto Campana nel 2006
Jenette. Design Fernando e Humberto Campana. Lo schienale è costituito da un fascio di 900 steli in tondino di PVC che assicurano comfort e supporto in tutte le posizioni di seduta.
Sculture da fuoco. Tre pentole speciali per cuocere pane, carne e verdure in una performance del designer-scultore Andrea Salvetti.
Alessandro Ciffo. Le poltrone iperboliche sono eccessive, esagerate, dilatate, eccedono il design, gonfiano il confini, sovrabbondano i bordi, esagerano e dilatano l'idea progettuale.

Emilio Tremolada 2014   |   info@designinvideo.com   |   P.I. 04169220151